Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano

Contratti con agenzie matrimoniali

Siete alla ricerca del Vostro “principe azzurro” o della Vostra “principessa”? Attenzione agli abbagli! Pur non sottovalutando l’indubbia utilità sociale dei servizi offerti dalle agenzie che curano la ricerca del Vostro partner ideale, numerose sono le insidie che si possono nascondere nella fase della conclusione di un contratto con dette agenzie.
Ve ne elenchiamo alcune.

Le agenzie matrimoniali non garantiscono alcuna “obbligazione di risultato”, nel senso che Vi offrono delle possibilità di incontro con dei potenziali partner, ma non Vi assicurano “l’incontro della Vostra vita”.

Il contenuto dei contratti con agenzie matrimoniali, che spesso operano anche a livello internazionale, non è regolato da leggi speciali; le condizioni variano da contratto a contratto e sono di fatto predisposte unilateralmente dagli stessi istituti (in media per 15-20 proposte si pagano dai 1.000 ai 3.500 Euro).

Prima di firmare un contratto, esaminate attentamente il contenuto e gli obblighi dello stesso. Richiedete sempre un esemplare di contratto “in bianco” da poter consultare a casa con calma prima di firmarne uno definitivo. Se avete dei dubbi, prima di firmare il contratto informatevi presso il nostro Centro.

Generalmente un contratto con un’agenzia matrimoniale ha durata limitata – 1 o 2 anni. Qualora ciò Vi sembri comunque troppo, anche per il costo normalmente elevato della prestazione, chiedete di poter contrattare un periodo di prova del servizio (3 o 6 mesi), dopo il quale deciderete se avvalerVi ancora o meno dell’agenzia scelta.

Attenzione: raramente le agenzie matrimoniali consentono la previsione di un periodo di prova. Una volta firmato il contratto, l’unica possibilità di risoluzione unilaterale è quella per inadempimento contrattuale da parte dell’agenzia, il quale dovrà nella maggior parte dei casi essere accertata dal giudice. L’agenzia è inadempiente ad esempio se non riesce a proporre alcun partner entro il periodo prestabilito oppure se i partners proposti sono completamente differenti da quanto da Voi descritto nel contratto.

Quando firmate un contratto, oltre ad una copia dello stesso, fateVi rilasciare anche una copia delle indicazioni da Voi fornite all’agenzia sul tipo di partner che cercate: potrete così verificare se le offerte che Vi vengono sottoposte corrispondono o meno al profilo da Voi indicato.

Attenzione: di norma l’agenzia Vi richiederà il versamento di un acconto o di una parte dell’importo complessivo del servizio già al momento della sottoscrizione del contratto, senza peraltro averVi sino a quel momento elargito alcuna prestazione concreta. In ogni caso non pagate tutto in anticipo, né tanto meno pagate con cambiali.

Sono assolutamente da evitare i pagamenti rateizzati con interessi. Se proprio non potete farne a meno ricordate che sul contratto devono necessariamente essere indicate il numero delle rate, l’importo di ciascuna rata ed il tasso annuo effettivo globale (cd. TAEG) applicato. In nessun caso firmate eventuali contratti di finanziamento collegati a società finanziarie.

Solitamente i contratti conclusi con le agenzie matrimoniali vengono sottoscritti in un bar o comunque al di fuori dei locali commerciali, e per questi contratti la legge prevede un diritto di recesso da esercitare entro 14 giorni (di calendario) dalla sottoscrizione; in questo caso il consumatore non deve pagare nessuna penale. Ricordate che l'agenzia è obbligata anche a consegnarvi un modulo per il recesso.

Se tale diritto non è previsto nel contratto, pretendete comunque che venga inserito anche nel caso di contratti firmati presso la sede dell’agenzia.

Attenzione: Se alla conclusione del contratto viene concordato che la prestazione deve essere effettuata già prima dello scadere del termine per il diritto di recesso, le prestazioni ricevute devono essere pagate dal consumatore. Se dunque richiedete di ricevere le proposte da subito, ovvero prima che siano passati 14 giorni dalla sottiscrizione del contratto, ma poi decidete di recedere, dovrete pagare le prestazioni che avete ricevuto. Il Codice del Consumo a questo proposito prevede che debba essere versato un importo proporzionale a quanto è stato fornito fino al momento in cui avete informato il professionista della vostra intenzione di recedere dal contratto; l'importo proporzionale è calcolato sulla base del prezzo totale.

Il nostro consiglio: Rinunciate a ricevere le proposte nei primi 14 giorni!

Se poi volete esercitare il recesso, fatelo sempre per iscritto, mediante l’invio di una e-mail, un fax oppure una lettera raccomandata con avviso di ricevimento o – come detto in precedenza – mediante l'apposito modulo consegnatovi dall'azienda.

Attenzione: ricordate di trattenere una copia della lettera anche per Voi.

Nel caso doveste rimanere insoddisfatti delle offerte che Vi sono state proposte o della qualità del servizio offerto, reclamate immediatamente e soprattutto fatelo per iscritto!

RicordateVi bene le 10 regole d’oro da seguire nella sottoscrizione di un contratto con un’agenzia matrimoniale:

1) Contattate diverse agenzie per comparare la loro serietà;

2) Abbiate pazienza: le occasioni non esistono – e considerate sempre che in fondo si tratta del Vostro uomo o della Vostra donna ideale!

3) Prima della sottoscrizione, fatevi consegnare una copia del contratto in bianco e leggetelo accuratamente a casa Vostra. Il CEC è a Vostra disposizione per controllare il contratto assieme a voi.

4) Il profilo del Vostro partner (una specie di lista dei desideri delle caratteristiche del compagno che state cercando) dovrebbe essere il più oggettivo possibile: limitatevi ad indicazioni come età, occupazione, provenienza.

5) Le Vostre indicazioni sul tipo di partner che cercate (o l’annuncio al quale avete risposto) devono essere parte integrante del contratto. In questo caso, se l’agenzia non adempie agli obblighi contrattuali, potete dimostrarlo attraverso la Vostra descrizione (o attraverso l’annuncio).

6) Richiedete una copia di tutti i documenti (contratto, descrizione del compagno ideale, etc.).

7) Se volete recedere dal contratto (entro 14 giorni di calendario dalla sottoscrizione), lo dovete fare per iscritto.

8) FateVi inviare le proposte con lettera raccomandata con avviso di ricevimento; se le proposte non corrispondono alla descrizione del Vostro compagno ideale, comunicatelo immediatamente per iscritto alla agenzia.

9) Calcolate bene se avete il denaro sufficiente per stipulare un contratto di questo tipo ed evitate di pagare a rate o di firmare contratti di finanziamento: solitamente questi applicano dei tassi di interesse molto elevati.

10) InformateVi bene sulla possibilità di recedere anticipatamente dal contratto (ad esempio dopo 6 mesi) e sui costi a ciò collegati: il recesso unilaterale può essere molto oneroso dato che per le proposte che avete già ricevuto dovete comunque pagare.



Situazione al 13/06/2014