Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano
  indietro

26.10.2016

Importazione di auto: le tre domande più frequenti

 
Le auto hanno senz'ombra di dubbio una notevole importanza nella nostra società. Spesso, prima di acquistare una macchina, sia che sia nuova od usata, molti consumatori danno uno sguardo anche al mercato estero. Per tutte le domande che ruotano attorno all'acquisto di un'auto all'estero il Centro Europeo Consumatori (CEC) è un punto di riferimento.

Tra Marzo ed Ottobre 2016 il CEC – ufficio di Bolzano ha seguito più di 70 richieste di informazioni riguardanti l'esportazione ed importazione di automobili da e verso l'Italia. Le domande che sono state rivolte al centro possono essere raggruppate in una Top 3:

1) Dove deve essere versata l'IVA se acquisto un veicolo nuovo o usato in un altro paese dell'Unione Europea?
Per i veicoli nuovi l'IVA deve essere versata nel paese di destinazione, ovvero nel paese in cui dovrà avvenire l'immatricolazione.
Per i veicoli usati, invece, dirimente è il paese di provenienza, ovvero il paese in cui viene acquistata l'auto.
Per veicoli nuovi devono intenedersi quelli mai immatricolati ovvero quelli immatricolati da non più di sei mesi oppure (!) quelli il cui chilometraggio è inferiore ai 6000 km.

2) Di quali documenti ho bisogno per immatricolare il veicolo dopo averlo importato da un altro Stato UE?

La tipologia dei documenti possono variare a seconda dello Stato di provenienza, ma si può in ogni caso affermare che i documenti relativi al veicolo e il certificato di conformità dell'UE (in inglese il cosiddetto COC, Certificate of Conformity) ovvero la documentazione tecnica costituiscono i documenti più importanti. Oltre a questi possono anche essere richiesti quelli relativi alle principali revisioni obbligatorie a cui è staato sottoposto il veicolo.

3) Come posso far valere il mio diritto di garanzia sul veicolo acquistato all'estero?

Come ogni acquisto di beni di consumo anche la vendita di un'auto ad un privato in UE obbliga il venditore a riconoscere la garanzia legale. Questa è della durata di almeno un anno per i veicoli usati e di almeno 2 anni per quelli nuovi e deve essere fatta valere direttamente al venditore all'estero (questo può causare spesso dei disguidi).

Per quanto riguarda la garanzia del produttore, particolarmente interessante per i veicoli nuovi e per le autovetture di servizio, il regolamento generale di esenzione per categoria prevede che per tutti gli acquisti all'interno dello spazio economico europeo ed in Svizzera, tutte le concessionarie autorizzate hanno l'obbligo di riparare i veicoli del marchio interessato.

Volete saperne di più? Sul nostro sito www.euroconsumatori.org trovate ancora più informazoni!

Per maggiori informazioni è sempre possibile contattare il Centro Europeo Consumatori di Bolzano all'indirizzo info@euroconsumatori.org o al numero 0471 980939.


Bolzano, 26/10/2016
Comunicato stampa

 

  indietro