Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano
  indietro

13.02.2018

San Valentino: i diritti dei consumatori nella ricerca dell'anima gemella

 
Negli ultimi anni il Centro Europeo Consumatori (CEC) ha osservato che sempre più singles cercano l'anima gemella online. Dando uno sguardo ai numerosi annunci di ricerca partner pubblicati sui giornali, sembra però che la “classica” agenzia matrimoniale non sia comunque in disuso.

Julia Rufinatscha, consulente legale del Centro Europeo Consumatori Italia – ufficio di Bolzano, verifica un contratto di agenzia matrimoniale stipulato al bar e sa benissimo a quali dettagli deve fare attenzione: nel contratto che sta leggendo la durata è di 6 mesi e la prestazione consiste nell'invio di 6 proposte di potenziali partner. Naturalmente – non potrebbe essere altrimenti – il contratto standard prevede che il cliente acconsenta alla esecuzione immediata del contratto. Delle informazioni a proposito del diritto di recesso l'esperta non trova traccia. “Quando poi sono arrivata al prezzo, ho dovuto leggere bene: 2.080 Euro”, spiega la consulente del CEC e prosegue: “Sono quasi 350 Euro per ogni proposta!”. Il consumatore ha raccontato di avere firmato il contratto nell'autunno 2017 senza avere ad oggi ricevuto dall'agenzia tedesca alcunché, nemmeno in seguito alle sue ripetute richieste in tal senso.

Da oltre vent'anni il CEC di Bolzano oramai verifica contratti di agenzie matrimoniali e negli anni è stato in grado di aiutare numerosi consumatori e a migliorare lo standard di questi contratti. In molti casi si tratta di agenzie matrioniali con sede in Germania o Austria e grazie all'intervento del CEC le clausole contrattuali sono state adeguate al diritto italiano ed europeo a tutela del consumatore. “La verifica di questo contratto però mi ha mandato indietro di diversi anni”, spiega la consulente decisamente delusa: “Questo è il migliore esempio di come un contratto NON dovrebbe essere!”.

Probabilmente il consumatore non avrebbe firmato il contratto in questione se avesse saputo che:
  • ...spesso questi contratti vengono firmati al bar o comunque fuori dai locali commerciali. Per questi casi la legge prevede a favore del consumatore un diritto di ripensamento (recesso) gratuito da esercitare entro 14 giorni (di calendario) dalla data di sottoscrizione. Se il contratto non contiene l'informativa a proposito del diritto di recesso il termine per esercitare questo diritto diventa di 12 mesi. Se il contratto contiene la richiesta esplicita del cliente affinché l'esecuzione inizi subito, il discorso cambia perché in caso di recesso il consumatore deve metter in conto di dover pagare assai, anche senza avere ancora ricevuto una proposta. Il nostro consiglio è quindi quello di rinunciare all'esecuzione immediata del contratto nei primi 14 giorni (nei quali il recesso è gratuito)!
  • ...assieme ad una copia del contratto è consigliabile farsi consegnare anche una copia del profilo del partner ideale. Soltanto attraverso questa descrizione è infatti possibile dimostrare che le proposte ricevute non corrispondono a quanto concordato contrattualmente.
  • ...se una delle proposte ricevute non dovesse corrispondere al profilo indicato, non è sufficiente essere delusi ed arrabbiarsi, bensì è fondamentale reclamare per iscritto – solo in questo modo è possibile non dover pagare per la proposta non corrispondente a quanto concordato.

Il CEC sa bene che tutto ciò è più facile a dirsi che a farsi, ma forse qualche consumatore segue i consigli del Centro e ci pensa almeno una volta in più prima di sottoscrivere questi contratti.
Sul sito internet del CEC Italia - ufficio Bolzano www.euroconsumatori.org sono disponibili informazioni più dettagliate a proposito di agenzie matrimoniali, on- e off-line. Ovviamente le consulenti del CEC sono a disposizione per consulenze specifiche al numero 0471/980939 oppure via e-mail scrivendo a info@euroconsumatori.org.

Comunicato stampa
Bolzano, 13/02/2018

 

  indietro