Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano
  indietro

30.11.2016

Disabilità: conosci i tuoi diritti quando viaggi in aereo

 
Il 3 dicembre è la giornata internazionale delle persone con disabilità. Per questo motivo, la rete dei Centri Europei Consumatori (ECC-Net) vuole attirare l'attenzione dei passeggeri aerei con disabilità o con modalità ridotta.

Tuttavia, anche se le norme europee assicurano diritti sostanziali ai consumatori, essi tutt'ora incontrano seri problemi con i viaggi in aereo.

Nel 2016, l'ECC-Net ha ricevuto molte richieste d'informazioni e reclami:
  • una signora anziana olandese voleva volare da Amsterdam a Sofia. Ottenne assistenza quando giunse in aeroporto perché aveva una disabilità che non le permetteva di camminare per lunghe distanze. Tuttavia, un impiegato la condusse al gate sbagliato. Il risultato fu che perdette l'aereo.
  • Un passeggero britannico soffriva della sindrome di Chron e non è stato autoritzzato a salire a bordo dell'aereo perché la compagnia aerea affermò che appariva ubriaco.
  • Un consumatore austriaco prenotò un volo da Vienna a Parigi. Aveva bisogno di una macchina per la dialisi che era vitale ed essenziale per lui, ma purtroppo troppo grande per essere considerato come bagaglio a mano. La compagnia aerea negò d'imbarcare gratuitamente tale attrezzatura medica.

Secondo il regolamento europeo 1107/2016 sui diritti delle persone disabili e delle persone con ridotta mobilità, i consumatori sono autorizzati a portare con sé gratuitamente attrezzature mediche. Inoltre, le compagnie aeree devono offire il trasporto per i cani da assistenza o altri strumenti mobili come sedie a rotelle, il più delle volte senza ulteriori addebiti.
L'assistenza fornita negli aeroporti dovrebbe consentire alle persone con disabilità a procedere dal punto d'arrivo designato all'aeromobile e dall'aeroplano al designato punto di partenza, incluse le operazioni d'imbarco e di sbarco. Per esempio, dopo il volo i passeggeri con mobilità ridotta devono ricevere assistenza al fine di raggiungere il volo di coincidenza, il bus o il taxi. Se necessario, devono essere anche assistiti con il loro bagaglio.
Passeggeri aerei con ridotta mobilità devono informare la compagnia aerea o il tour operator, almeno 48 ore prima dell'imbarco, sulle loro necessità di essere assistiti. Se la compagnia aerea non provvede con l'assistenza richiesta, i consumatori devono contattare la direzione dell'aeroporto. La compagnia aerea è responsabile per i problemi connessi con il volo, il bagaglio o il check-in di strumenti per la mobilità.
Il regolamento si applica a tutti gli aeroporti e alle compagnie aeree con un ufficio registrato all'interno dell'Unione Europea, Islanda e Norvegia. La rete ECC-Net offre assistenza e consigli gratuiti ai passeggeri aerei con disabilità nei reclami transfrontalieri, che abbiano già provveduto a contattare la compagnia aerea, senza ottenerne un riscontro.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Centro Europeo Consumatori di Bolzano all'indirizzo info@euroconsumatori.org o al numero 0471 980939.

Bolzano, 30/11/2016
Comunicato stampa

 

  indietro