Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano
  indietro

19.06.2017

Vacanze rovinate? Il Centro Europeo Consumatori di Bolzano risolve le grane dei viaggiatori!

 
Il Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia – ufficio di Bolzano ha presentato oggi la propria attività di assistenza per viaggiatori nell'ambito di una conferenza stampa presso il Parkhotel Laurin a Bolzano.

Chi è informato è in grado di fare scelte commerciali consapevoli, evitare brutte sorprese e risparmiarsi reclami: questo importante concetto vale per tutti gli acquisti di beni e servizi, in Italia e all'estero. Tuttavia, nella ventennale esperienza del Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia - ufficio di Bolzano, i viaggiatori-consumatori il più delle volte si informano soltanto dopo che il bagaglio è stato smarrito o l'albergo è stato trovato in ristrutturazione. In questi casi è fondamentale avere degli esperti a disposizione per ricevere informazioni e consulenza.

Il Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia – ufficio di Bolzano ha presentato oggi la propria attività di assistenza per viaggiatori nell'ambito di una conferenza stampa presso il Parkhotel Laurin a Bolzano. Dopo il benvenuto da parte del direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) Walther Andreaus ai giornalisti intervenuti, sono stati presentati alcuni dati statistici relativi ai reclami in materia di viaggi e vacanze. “Dal 1° gennaio al 31 maggio 2017 al CEC Italia sono pervenute più di 3.000 richieste di soccorso”, spiega Andreaus e prosegue: “di queste ben 1.200 hanno riguardato il settore in questione, con il trasporto aereo (590 richieste) e l'autonoleggio (309 contatti) a farla da padrone”.

“I consumatori-viaggiatori nell'UE beneficiano di diverse tutele, come ad esempio per i pacchetti turistici”, spiega Milena Favretto del CEC. In riferimento a questo tipo di vacanza all inclusive esistono regole precise riguardanti gli obblighi informativi a carico dei tour operator, come ad esempio per le modifiche di prezzo e di programma. Nel 2004 sono stati introdotti nell'UE i primi diritti dei passeggeri del trasporto aereo. Questi ultimi hanno fatto da modello per quelli introdotti successivamente per chi viaggia in treno, autobus e nave. La prenotazione alberghiera invece è disciplinata dai singoli Stati Membri; in merito a questa, sono numerosissimi i consumatori italiani che si rivolgono al CEC per ottenere chiarimenti riguardo ai costi di una loro cancellazione della prenotazione.

Rebecca Berto, consulente legale del CEC, si occupa invece di una materia – l'autonoleggio - nella quale regna “l'anarchia”, nel senso che per questi contratti non esiste alcuna normativa a tutela del consumatore, né in Europa, né in Italia. “Eppure le richieste di informazione ed i reclami sono all'ordine del giorno”, spiega l'esperta: “Spesso i consumatori non possono ritirare la vettura prenotata per problemi legati alla carta di credito”. Ma anche chi è riuscito a ritirare l'auto spesso si trova a dover pagare centinaia di Euro per presunti danni causati al veicolo. “Per affrontare queste problematiche è fondamentale avere degli esperti al proprio fianco”, afferma Monika Nardo, coordinatrice del CEC di Bolzano, e prosegue: “Grazie all'intervento della Rete dei Centri Europei Consumatori (ECC-Net) siamo in grado di risolvere i problemi dei nostri utenti in circa 2/3 dei casi, ed il tutto a costo zero visto che i servizi del CEC sono assolutamente gratuiti!”, ricorda la giurista.

Le esperte del Centro Europeo Consumatori di Bolzano sono raggiungibili telefonicamente al numero 0471-980939 e via e-mail all'indirizzo info@euroconsumatori.org. Sul sito internet www.euroconsumatori.org sono disponibili numerose informazioni, consigli pratici, lettere-tipo e varie pubblicazioni da scaricare gratuitamente in materia di viaggi e vacanze. Questi infine i dettagli dei social media: Facebook: Centro Europeo Consumatori Italia; Twitter: Ecc Italy.

Comunicato stampa
Bolzano, 19/06/2017

 

  indietro