Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano
  indietro

19.04.2017

Acquistare online: Dov'è finito il prodotto che ho ordinato?

 
A Regina piace andare a caccia di occasioni online. Da ultimo è riuscita a trovare uno splendido servizio da tè che non ha resistito ad ordinare. Il termine di consegna non era indicato chiaramente, ma visto che sono già passate due settimane dall'ordine, Regina è un po' preoccupata e chiede aiuto al Centro Europeo Consumatori di Bolzano.

Nella maggior parte dei casi la spedizione e la consegna della merce ordinata online avviene senza problemi. Ma come tutelarsi contro disguidi che possono avvenire in fase di consegna? Cosa fare se la merce non arriva o è danneggiata? Di recente la signora Regina ha confrontato Julia Rufinatscha, consulente del Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia – ufficio di Bolzano, con questi quesiti.

Signora Regina: Entro quale termine il servizio da tè mi deve essere consegnato?
Julia Rufinatscha: In linea generale il venditore deve consegnare il prodotto o fornire il servizio entro 30 giorni dalla data dell'ordine, a meno che non sia stato concordato un termine diverso. Se l'azienda non consegna nemmeno in seguito ad un secondo termine posto per la consegna dal consumatore, questo può sciogliere il contratto e ha diritto ad un risarcimento del danno. Il consumatore può ovviamente recedere in qualsiasi momento, senza mettere in mora il venditore, fino a 14 giorni dalla consegna.

Signora Regina: Come mi devo comportare al momento della CONSEGNA?
Julia Rufinatscha: Siccome Lei ha ordinato un prodotto fragile, Le consiglio di accettare il pacco con riserva, perché anche se il pacco sembra essere integro esternamente, il prodotto potrebbe essere danneggiato. Senza la riserva, il venditore potrebbe renderLe difficoltoso la sostituzione. L'accettazione con riserva va annotata sulla conferma di consegna del corriere. Eventualmente la consegna può anche essere rifiutata: in entrambi i casi i motivi della riserva o del rifiuti devono essere indicati (ad esempio “pacco danneggiato”) per iscritto. Inoltre è importante documentare il danneggiamento attraverso fotografie e/o video.

Signora Regina: E cosa fare dopo la consegna?
Julia Rufinatscha: Dopo la consegna dovrebbe verificare immediatamente il prodotto: controllare se è quello effettivamente ordinato, se è completo e funziona. Se è stato consegnato un prodotto diverso a quello ordinato o non funzionante, lo deve segnalare immediatamente al venditore, meglio se con raccomandata a/r.

Signora Regina: Ma quando esattamente il rischio passa dal venditore al consumatore?
Julia Rufinatscha: Il rischio per lo smarrimento o il danneggiamento della merce passa all'acquirente soltanto nel momento in cui questo (o un terzo da lui indicato) ne acquista effettivamente il possesso.

Regina sembra soddisfatta delle informazioni ricevute. Il CEC si augura che lo siate anche Voi!

Sul sito internet del CEC è scaricabile gratuitamente un esaustivo e pratico opuscolo sul commercio elettronico. Ovviamente Julia Rufinatscha e le altre consulenti del CEC sono a disposizione dei consumatori per ulteriori informazioni e consulenze (tel. 0471/980939 e info@euroconsumatori.org).


Comunicato stampa
Bolzano, 19/04/2017





 

  indietro