Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano

Lotterie estere e giochi a sorte

Aprendo la Vostra buca delle lettere avete trovato la lettera di una lotteria estera che Vi invita ad acquistare dei biglietti per partecipare all'estrazione di incredibili montepremi, oppure Vi è stato comunicato via mail di essere il fortunato vincitore di un milione di Euro, estratto a sorte tra milioni di consumatori in tutto il mondo - e ciò senza che Voi abbiate mai partecipato ad un qualche tipo di lotteria? Per quanto l'offerta possa sembrare allettante, è bene tenere i piedi per terra: nessuno Vi regala niente!

Mentre alcune fra queste lotterie e società di gioco sono senz'altro esistenti e serie, altre sono delle vere e proprie imprese truffaldine. In entrambi i casi è però bene stare molto attenti, in quanto si rischiano gravi conseguenze.


Le lotterie estere

Per quanto riguarda la partecipazione a lotterie estere, è bene ricordare che vige tutt'oggi l'assoluto divieto di vendita di biglietti della lotteria nel territorio italiano in capo a lotterie estere.

Infatti, per quanto possa sembrare un po' datato, è tutt'ora in vigore il regio decreto legge n. 1933 dd. 19 ottobre 1938, successivamente ripresa dalla legge finanziaria 1998, con cui venivano espressamente introdotte sanzioni amministrative per l'attività di vendita e di distribuzione sul territorio italiano di biglietti di lotterie estere.

Tale previsione normativa comporta che su territorio italiano nessun tipo di lotteria estera possa essere esercitata, ne tramite la vendita diretta di biglietti, ne tramite la partecipazione telematica e/o telefonica.

Attenzione: le sanzioni amministrative suddette non si applicano però solo in caso di esercizio dell'attività di vendita e di distribuzione di biglietti di lotterie straniere su territorio italiano, e quindi alle società che esercitano tale attività:
anche gli stessi acquirenti di biglietti di lotterie straniere sono sanzionabili e possono quindi incorrere in sanzioni amministrative anche considerevoli; ma ancora di più, la legge n. 401/1989 prevede in questi casi addirittura delle conseguenze di tipo penale.

Per il consumatore italiano dunque, permane tutt'ora il divieto di acquisto di biglietti di lotterie straniere e quindi il divieto di partecipare all'estrazione dei loro montepremi fintanto che si trova su territorio italiano.

Se ad esempio una lotteria germanica Vi ha già inviato a casa un biglietto della lotteria, un piccolo consiglio: in base alla normativa germanica relativi ai giochi a sorte, il contratto di gioco si conclude solamente nel momento in cui viene effettuato il pagamento. Pertanto, finché non avrete pagato nulla, non sarete obbligati a nulla.


Giochi a sorte o truffe?

Sempre più spesso veniamo tempestati di messaggi e frasi come "È il fortunato vincitore di 1.000.000 di Euro scelto tra una schiera di milioni di persone!" oppure "le regaliamo…", che attirano la curiosità di molti e inducono spesso a comportamenti leggeri e non ponderati con gravi conseguenze per il consumatore.

D'altronde, come dicono i proverbi "nessuno da nulla per nulla"!

Ed infatti, in tutto il mondo sono numerosissimi i consumatori che dopo aver ricevuto una simile comunicazione e aver creduto di essere realmente il fortunato vincitore, hanno accettato di anticipare del denaro per coprire le cd. "spese burocratiche", necessarie al fine di effettuare il pagamento del premio, e che alla fine hanno dovuto fare i conti con una triste realtà: non solo la vincita promessa non è mai stata consegnata, anzi, avevano persino perso i soldi già sborsati!!

Come capire che si tratta di una truffa?

Queste vere e proprie organizzazioni criminali seguono sempre uno schema ben preciso:

- Innanzitutto, il consumatore riceve una mail o una lettera, con la quale viene comunicata la vincita - a volte persino milionaria - e ciò nonostante il consumatore non abbia mai partecipato a tale lotteria!!;

- con la stessa mail/lettera il consumatore viene invitato a contattare gli organizzatori della lotteria, al fine di comunicare dati personali e/o le proprie coordinate bancarie, e inviare una copia del proprio documento di riconoscimento;

- spesso tali organizzazioni esortano il consumatore a fornire le informazioni richieste entro pochi giorni, poiché altrimenti la vincita scadrebbe;

- avvenuto il primo contatto, il malcapitato viene invitato a corrispondere un determinato importo, oscillante tra i 2.000 e i 5.000 Euro, il quale dovrebbe servire a superare presunti ostacoli di natura burocratica, doganale o bancaria. Spesso la prima somma viene richiesta a titolo di cauzione, e poi, in un secondo momento, viene invece richiesto il versamento di un ulteriore somma a titolo di compenso per la gestione della pratica.

- Ad esempio con riferimento alla "lotteria spagnola" alcuni consumatori hanno riferito che, dopo aver effettuato un primo pagamento, sono stati contattati da sedicenti dipendenti bancari, i quali li informavano dell'avvenuto deposito della vincita in loro favore presso la loro banca, avvisandoli anche che sussisteva però ancora un piccolo problema al trasferimento del denaro sul loro conto italiano: infatti, non avendo il cittadino italiano la propria residenza in Spagna, le tasse sulla vincita dovevano essere pagate in anticipo;

- di solito vengono forniti come recapiti solo numeri telefonici, indirizzi e-mail o caselle postali;

- effettuati i versamenti richiesti, il malcapitato dovrà fare i conti con la triste realtà di essere caduto nella trappola organizzata dai truffatori: non solo non riuscirà più a contattare la sedicente società di gioco, ne riceverà la vincita promessa, ma ancor peggio, non vedrà più nemmeno i soldi già versati!


Un caso emblematico: le lotterie spagnole

In tutta Europa moltissimi consumatori hanno ricevuto mail e lettere inviate da presunte lotterie spagnole che annunciavano la vincita di centinaia di migliaia di Euro, lotterie che si sono rivelate poi essere delle vere e proprie bande di truffatori.
A tal proposito, le vere lotterie spagnole mettono in guardia i consumatori: la Loterías y Apuestas del Estado (LAE) informa che varie organizzazioni di criminali stanno utilizzando il nome della Lotteria Spagnola per compiere truffe e raggiri.
Sul sito internet della Loterías y Apuestas del Estado (LAE) è possibile reperire l'avviso completo.

Nel caso in cui Vi venga recapitata una lettera o una mail del tipo qui descritto,
ricordateVi bene alcune regole d'oro:

1) Come dice il vecchio proverbio: "nessuno regala mai niente!". Se non avete mai partecipato a qualche lotteria, è impossibile che abbiate vinto! Già questo dovrebbe farVi insospettire e diffidere dal contattare la sedicente società di gioco!

2) Il consiglio è quindi quello di non reagire a lettere o e-mail di dubbia provenienza, di non fornire alcun tipo di dato personale, ne di inviare copia del proprio documento di identità o le proprie coordinate bancarie.

3) Se avete già contattato la società di gioco, fornendo questo tipo di informazione o avete già effettuato dei versamenti, non Vi rimane che rivolgerVi alla Vostra banca per bloccare o chiudere il conto e alla Polizia per sporgere denunica: certo non avrete la certezza di riuscire a recuperare i soldi perduti, ma almeno la Polizia potrà svolgere le dovute indagini e forse riuscire ad arrestare i colpevoli.


Situazione al 09/2008