Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano

L'ABC dei viaggiatori

Oltre ad un vocabolario della lingua del Paese meta della vacanza, a volte il viaggiatore-consumatore avrebbe bisogno anche di un "dizionario del viaggiatore informato" per tradurre termini quali P.I.R., NEB, penale di recesso etc. Questo foglio informativo aiuta a fare un po' di chiarezza tra sigle, abbreviazioni e vocaboli che a volta possono creare confusione!

Agenzia viaggi: agenzia presso la quale è possibile acquistare, ovvero prenotare, diverse prestazioni turistiche quali pacchetti turistici (vacanze tutto-compreso), biglietti aerei, traghetti, alberghi, assicurazioni viaggio e altro ancora. Tra le altre cose, l'agenzia viaggi ha il compito di informare i clienti a proposito della necessità di visti o di altre formalità di ingresso del Paese meta della propria vacanza. In generale, le agenzie viaggi non sono responsabili della qualità dei servizi offerti e di eventuali disguidi in quanto ne rispondono i prestatori del servizio stesso (ad esempio l'organizzatore del viaggio o la compagnia aerea). Alle agenzie viaggi sono assimilabili i numerosi portali di prenotazione on-line.

Assicurazione viaggi: esiste quella per il recesso (che in determinate ipotesi si fa carico delle penali di recesso che il consumatore deve pagare in caso di mancata partenza); per il bagaglio (copre eventuali spese e risarcimenti in caso di furto/smarrimento/danneggiamento del bagaglio) e per i casi di malattia e infortunio (rimborsa le spese mediche sostenute durante la vacanza; utile soprattutto per viaggi in Paesi extracomunitari con i quali l'Italia non ha stipulato accordi bilaterali per le prestazioni sanitarie).

Aumento carburante: tipico aumento che modifica il prezzo iniziale di un pacchetto turistico. Si ricorda però che il prezzo di un pacchetto turistico non può essere aumentato in misura superiore al 10% (in questo caso è possibile recedere dal contratto previo rimborso di quanto già versato) né nei 20 giorni che precedono la partenza. In ogni caso il consumatore ha il diritto di chiedere all'organizzatore di documentare le presunte variazioni.

Circostanza eccezionale: circostanza che esime le compagnie aeree dal pagamento della c.d. compensazione pecuniaria prevista per le ipotesi di cancellazione/grande ritardo; esempi: cattive condizioni meteo, rischi per la sicurezza, motivi tecnici non evitabili.

Compensazione pecuniaria: importo di Euro 250/400/600 (in dipendenza della lunghezza della tratta) dovuta dalle compagnie aeree per i casi di negato imbarco, cancellazione e ritardo del volo (a meno che il disguido non sia avvenuto a causa di una circostanza eccezionale non evitabile).

DSP: Diritti speciali di prelievo. Nominano un'unità di conto del FMI - Fondo Monetario Internazionale. Sono la base di calcolo nell'ambito delle pretese risarcitorie per danni causati durante il volo; fondamentali per i casi di ritardo/smarrimento/danneggiamento del bagaglio in aereo in quanto la soglia massima di risarcimento in queste ipotesi ammonta a 1.000 DSP (a novembre 2010 pari ad Euro 1.393,80).

Fondo nazionale di Garanzia per i pacchetti turistici: consente di ottenere il rimborso del prezzo già pagato in caso di insolvenza o fallimento di un tour operator o di un'agenzia viaggi italiana prima che il viaggio sia iniziato o di essere riportato al luogo di partenza se ciò avviene durante il viaggio; inoltre fornisce assistenza economica in situazioni di emergenza per consentire al consumatore il rientro da Paesi extracomunitari.

NEB: National Enforcement Body - autorità nazionali presenti in ogni Stato dell'UE e preposte alla vigilanza nel settore del trasporto aereo. In Italia questa funzione è svolta dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile (ENAC).

Overbooking: letteralmente significa eccesso di prenotazioni. Le compagnie aeree hanno infatti l'abitudine di vendere un numero di biglietti superiore ai posti effettivamente disponibili, per assicurarsi che l'aeromobile parta al completo. In alcuni casi capita però che tutti coloro che avevano acquistato un biglietto si presentino all'imbarco.

P.I.R.: Property Irregularity Report - modulo di reclamo da compilare immediatamente presso lo sportello reclami dell'aeroporto in caso di danneggiamento/smarrimento/ritardo nella consegna del bagaglio. Oltre a ciò il consumatore deve anche inviare un reclamo scritto alla compagnia aerea.

Penale di recesso: È dovuta in caso di recesso da un pacchetto turistico (e più in generale in caso di recesso dalla maggior parte delle prestazioni turistiche); l'importo delle penali viene calcolato in percentuale rispetto al costo del pacchetto, percentuale che aumenta quanto più ci si avvicina alla data della partenza. Quando la disdetta avviene pochi giorni prima della partenza è probabile che si debba pagare comunque l'intero costo del viaggio. È quindi importante valutare attentamente l'opportunità di stipulare un'apposita assicurazione che copra le eventuali penali di recesso.

Punti vacanze: prodotti di vacanze a lungo termine", con i quali i consumatori in cambio della propria quota di multiproprietà e il pagamento di una quota di iscrizione ricevono una password per accedere ad un sito internet in cui vengono offerti sconti - definiti strepitosi - per prenotare vacanze, voli, auto a noleggio ed alberghi - presso noti operatori. Il più delle volte però si scopre che non è possibile pagare l'intero costo della vacanza con i punti vacanza, ma soltanto una parte del prezzo e che le offerte prenotabili non sono poi tante come ci si aspettava e che i tour operator sono pressoché sconosciuti.

TEAM: tessera europea di assicurazione malattia - è fondamentale portarla sempre con sé se ci si reca in uno dei Paesi dell'Unione Europea per motivi di viaggio, vacanza, studio o lavoro; consente di usufruire delle prestazioni sanitarie prima coperte dai modelli E 110, E 111, E 119 ed E 128 e dà diritto alle cure sanitarie medicalmente necessarie. In caso di bisogno ci si può quindi rivolgere direttamente ai prestatori di cura della località nella quale ci si trova.

Time-sharing: multiproprietà; è l'acquisto del diritto di utilizzare, durante un lungo periodo di tempo (in ogni caso min. 3 anni) un immobile per le proprie vacanze, utilizzabile per una o più determinate settimane all'anno. Stipulare un contratto di time-sharing comporta numerose spese e rischi non sempre riconoscibili a prima vista - pensateci bene prima di firmare un contratto simile!

Tour operator: organizzatore di un pacchetto turistico (viaggio tutto-compreso), responsabile delle prestazioni offerte; può decidere di vendere i propri prodotti autonomamente oppure attraverso un intermediario (agenzia viaggi o portali di prenotazione on-line).

Verbale di ritiro e consegna: di un auto a noleggio; la sua compilazione attenta e dettagliata è fondamentale in quanto i problemi maggiori dei consumatori che noleggiano una vettura sono legati alla consegna dell'auto. Molto spesso i noleggiatori infatti cercano di imputare i costi di fantomatici danni ai consumatori. È quindi importante controllare attentamente l'auto al momento del ritiro e della consegna, assicuradosi della presenza di eventuali botte, graffi, etc. e soprattutto di annotate tutti questi dettagli sul modulo di ritiro e consegna, facendo firmare quest'ultimo anche dal noleggiatore.



situazione al 5/2010