Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano

Informazioni sul biglietto aereo

Il biglietto aereo

Il biglietto aereo è quel documento che autorizza il passeggero a volare su una determinata tratta. A differenza del biglietto ferroviario, il biglietto aereo viene emesso a nome del passeggero e può pertanto essere utilizzato solamente dal titolare.

Su ogni biglietto aereo compaiono tra l’altro le seguenti informazioni: la compagnia aerea, l’agenzia emittente (agenzia di viaggi etc.), il luogo di emissione, il nome del passeggero, il tragitto, il codice di prenotazione, la durata del volo, la classe di prenotazione e il prezzo.

Presso il check-in dell’aeroporto viene emessa la carta d’imbarco che autorizza l’accesso all’aereo e sulla quale compaiono sia il numero del posto a sedere che il cancello e l’orario di imbarco.

Ultimamente vengono emessi sempre più spesso i cosiddetti “e-tickets” (biglietto elettronico) con i quali si riceve inizialmente un’attestazione della prenotazione; all’aeroporto poi, su presentazione di questa attestazione, viene emesso il biglietto con la relativa carta d’imbarco.

Nei voli con scali intermedi si consiglia, se possibile, di effettuare il check-in per i diversi tratti direttamente all’inizio del viaggio; in questo modo sarà possibile ricevere subito tutte le carte d’imbarco e conoscere immediatamente il numero dei posti a sedere. Questo si rende maggiormente necessario, se nelle tappe intermedie il tempo è contato – si risparmiano così nuovi tempi d’attesa al check-in. Inoltre in questo modo il personale di volo delle tratte successive è già a conoscenza del fatto che avete intrapreso il viaggio.

A cosa prestare attenzione nel prenotare

Le compagnie aeree utilizzano nell’emissione dei biglietti classi di prenotazione, che si differenziano da quelle principalmente note, “economy, business e first class”: queste si riferiscono al posto a sedere e al servizio in aereo, mentre altre classi di prenotazione, come per esempio "Y": tariffa normale Economy Class”, riguardano la tariffa che è stata applicata nell’emissione del biglietto. Molto spesso da queste classi di prenotazione dipendono anche il come e il se sia possibile cancellare, modificare od ottenere il rimborso del biglietto: i biglietti della classe di prenotazione "Q", ad esempio, sono generalmente molto economici, non sussiste però il diritto al rimborso in caso di mancata partenza.

Al momento della prenotazione è pertanto sempre consigliabile chiedere informazioni sulle possibilità di cambiamento e annullamento del biglietto.

Tempi di partenza – Attenzione ai viaggi tutto compreso e ai voli "low-cost"

Nella maggior parte dei casi i tempi indicati sui biglietti dei voli di linea vengono rispettati; nei voli che vengono prenotati molto prima della partenza si consiglia comunque di effettuare un controllo (sul sito internet dell’aeroporto oppure su quello della compagnia aerea).

Nei pacchetti turistici gli orari di volo sono per lo più provvisori, perché si tratta nella maggior parte dei casi di voli charter, che potrebbero subire delle variazioni anche poco prima della partenza. Per questo motivo è opportuno controllare.

I voli economici e qualche volta anche quelli charter hanno poi un particolare modus operandi: il viaggio di andata si svolge normalmente, mentre quello di ritorno deve essere generalmente riconfermato due giorni prima. Senza questa conferma si potrebbe eventualmente perdere perfino il diritto al posto a sedere.
La conferma avviene per lo più telefonicamente attraverso un call-center; controllate pertanto prima di partire se questo riguarda il vostro viaggio e annotatevi il numero di telefono!

Smarrimento del biglietto aereo – che rabbia!

Chi perde il proprio biglietto aereo, non importa se quello di andata o di ritorno, deve fare i conti o con una notevole spesa oppure con una lunga procedura per la restituzione del costo del biglietto. Le condizioni a riguardo dipendono dalla compagnia aerea in questione e dal luogo di destinazione.

Fondamentalmente è consigliabile fotocopiare il biglietto aereo e tenerlo separato dall’originale, in modo da poter dimostrare l’acquisto del biglietto in caso di un suo smarrimento. Molti dei passi necessari per ottenere la sostituzione del biglietto sono infatti più facili da compiere se si è in possesso del codice di prenotazione!

Assicurazione in caso di recesso

Se un viaggio non viene intrapreso l’assicurazione copre le spese del recesso, nei casi in cui l’assicurato stesso o la persona a rischio (parente etc.) sia colpita da uno degli eventi elencati nella polizza (malattia, infortunio, …). Nel caso in cui il biglietto sia piuttosto caro oppure se si tratta di un biglietto non sostituibile si consiglia di stipulare una simile polizza.

Overbooking e smarrimento del bagaglio

Cosa fare se la valigia non viene riconsegnata o viene riconsegnata solo dopo una settimana al proprietario?

Che diritti ho se il posto che mi era stato assegnato in aereo è occupato, nonostante il mio arrivo puntuale all’imbarco?

Presso il CEC sono inoltre disponibili lettere tipo per il reclamo in caso di disagi nei viaggi aerei.



situazione a 05/2007