Cofinanziato
dall'Unione Europea
Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia ufficio di Bolzano

Importazione di auto dall'estero - parte I

Acquistare un’auto nuova non è cosa di tutti i giorni. Trattandosi in genere di una
spesa ingente, è importante valutarla con cura, sia che si scelga di comprare in Italia
sia che si opti per l’estero. E a proposito di estero, vale sicuramente la pena di dare
un’occhiata ai prezzi e alle condizioni di vendita dei nostri vicini europei.

I documenti necessari per “nazionalizzare” un veicolo importato sono pressoché
gli stessi, salvo alcuni dettagli, di quelli richiesti per l’immatricolazione di un’auto
acquistata in Italia. La documentazione da produrre varia leggermente in base al Paese di provenienza del veicolo, nonché a seconda che si tratti di un veicolo nuovo o usato.

Informazioni utili a riguardo sono disponibili sul nostro opuscolo:

Importazione di auto dall'estero - parte II

Prezzi più convenienti sull’intero mercato dell’auto in Europa”: così iniziava
il rapporto annuale della Commissione Europea sui raffronti delle quotazioni
nei singoli Paesi elaborato su dati del 2007 e presentato all’opinione pubblica
nell’aprile 2008.

Il consumatore non ha che l’imbarazzo della scelta, ma parte senz’altro avvantaggiato
se si è studiato bene alcune caratteristiche del mercato.

Per far sì che tale ricerca parta da basi abbastanza solide, il Centro Europeo
Consumatori offre questa seconda edizione della guida dedicata all’importazione
“fai da te” di un’autovettura da uno dei Paesi dell’Unione3, concentrando
l’attenzione sull’analisi di particolarità e singoli prassi consolidate in alcuni
Paesi: